logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Dicembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31       

News

Una tessitura di prosa e musica inaugura “Schio Grande Teatro 2018-2019”


Ottavia Piccolo inaugura la stagione di “Schio Grande Teatro”, venerdì 9 novembre al Teatro Astra ore 21, con “Occident Express” di Stefano Massin accompagnata dall'Orchestra Multietnica di Arezzo

Ad inaugurare la stagione di “Schio Grande Teatro 2018-2019” sarà Ottavia Piccolo, una delle maggiori interpreti teatrali italiane, venerdì 9 novembre ore 21 al Teatro Astra di Schio (VI), con “Occident Express”. Una storia dei nostri giorni che segue i percorsi della memoria di una donna anziana, Haifa, e della sua nipotina in fuga da Mosul, in Iraq. Il testo è scritto da Stefano Massini, oggi il drammaturgo italiano più rappresentato al mondo e dal 2015 consulente del Piccolo Teatro di Milano. Il sodalizio con Ottavia Piccolo, che li ha visti entrambi impegnati nel 2015 nell’allestimento e la prima nazionale di “Enigma”, trasforma la storia di Haifa in una pièce di teatro civile che racconta un tema del contemporaneo, come quello delle migrazioni. Sul palco unica attrice nei panni dell’anziana migrante è Ottavia Piccolo accompagnata in scena dai musicisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo, con le musiche scritte e dirette appositamente per lo spettacolo da Enrico Fink, in una tessitura tra prosa e musica che rende entrambe protagoniste. Lo spettacolo narra l’incredibile storia di Haifa, una donna anziana di Mosul che nel 2015 si mise in fuga con la nipotina di 4 anni: ha percorso in tutto 5.000 chilometri, dall’Iraq fino al Baltico, attraverso la cosiddetta rotta dei Balcani. Ci sono cose che fai senza sceglierle, sono semplicemente loro che scelgono te. Così Haifa non sceglie di mettersi in cammino: qualcosa di più grande decide per lei, obbligandola a lasciarsi tutto alle spalle. Una donna coi capelli bianchi costretta a tagliare il filo della sua esistenza, mettendosi alla ricerca delle terre aride di Hulalyah, nel nord dell’Iraq, risalendo l’Europa fino ai ghiacci del mar Baltico, Haifa strappa con i denti una tappa dopo l’altra, ogni volta morendo, ogni volta nascendo, ogni volta scoprendo qualcosa degli altri e di sé.


Stefano Massini racconta la formidabile vicenda «trattando la realtà dei fatti come un terreno fertile da cui far sorgere la pianta verde di un’epica moderna. Il viaggio di Haifa si aggiunge a quella lista di miti davanti a cui ogni Omero chinerebbe la testa: sono leggende già pronte; impossibile non dargli forma scritta». Ottavia Piccolo dichiara «Questo spettacolo parla di noi, dell'oggi. Siamo tutti in viaggio. Tracciamo un percorso di culture e di tradizioni. Un percorso di pace, di nomadismo e di amore per le proprie radici. Cultura e musica significano pluralità, confronto e mescolanza». Ci sono artisti particolarmente legati ad alcuni territori per affinità elettive e sguardi comuni, Ottavia Piccolo è sicuramente una di questi per la città di Schio, affezionata al territorio essendo stata anche, fin dal 2015, tra gli artisti coinvolti nel disegnare un futuro al Teatro Civico che in quel momento stava per essere riportato in vita.


Stefano Massini (Firenze, 1975) è oggi il drammaturgo italiano più rappresentato sui palcoscenici di tutto il mondo. Saggista, sceneggiatore e firma de la Repubblica, dal 2015 è consulente del Piccolo Teatro di Milano. Qualcosa sui Lehman ha vinto il premio Campiello e il testo teatrale è in cartellone al National Theatre di Londra per la regia di Sam Mendes. Nel 2018 i suoi testi saranno in scena a Broadway e in numerosi teatri in tutto il mondo. Il sodalizio con Ottavia Piccolo ha portato al Teatro Civico, nel 2015, l’allestimento e la prima nazionale di Enigma.
L’Orchestra Multietnica di Arezzo, nasce nel 2007 da un percorso formativo, aperto alla partecipazione di musicisti italiani e stranieri e finalizzato alla conoscenza e all’approfondimento delle strutture di base delle musiche tradizionali delle aree del mediterraneo, per incrociarle con la tradizione italiana ed europea e predisporre un repertorio basato sulla contaminazione.
Il cartellone “Schio Grande Teatro 2018-2019”, realizzato con il sostegno del Comune di Schio, in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven e il Teatro Comunale Città di Vicenza, si snoda in un percorso di 10 appuntamenti dal 9 novembre al 4 maggio tra il Teatro Astra e il Teatro Civico di Schio (VI).

INFORMAZIONI E BIGLIETTI: da 25,00 a 14,00 euro.
Speciale promozione Under 30 a 10,00 €.
La biglietteria si trova al Teatro Civico, via Pietro Maraschin, 19 ed è aperta nei seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 18.30, il sabato dalla 10.00 alle 12.00.
Il botteghino del Teatro Astra apre alle 20 la sera dello spettacolo. Teatro Civico: Tel 0445.525577, info@teatrocivicoschio.it, www.teatrocivicoschio.it

Allegati

Data ultimo aggiornamento: 10/11/2018
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo