logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Agosto  2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31       

Certificati anagrafici

Dove rivolgersi

Sportello QUI CITTADINO
Indirizzo  Piazza Statuto (entrata dal corrido dentro il Municipio)
Accesso SOLO su appuntamento  Prenotazioni dal lunedì al sabato alle ore 8.30 alle ore 13. Il giovedì anche dalle 14,30 alle 18,30. Numeri per le prenotazioni: 0445 691242 - 0445 691169 - 0445 691170
Responsabile  Susi Barbares


Servizio solo su appuntamento

 

Prenota on line
Informazioni telefoniche: 0445-691 242
Certificazioni on line







Descrizione e requisiti

Dal 27 novembre 2018 il Comune di Schio è passato dall'Anagrafe comunale locale all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente sintetizzata nell'acronimo ANPR, progetto che ha come obiettivo un'unica banca dati nazionale condivisa in un sistema integrato che consente ai Comuni di svolgere i servizi anagrafici e di consultare o estrarre dati, monitorare le attività, effettuare statistiche, uniformando l'operatività in tutto il territorio nazionale.

Ciò significa che il cittadino, sia residente in Italia che all'estero (iscritto all'AIRE-Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) potrà richiedere, in tempo reale, i propri certificati anagrafici da qualsiasi comune già subentrato in ANPR.

Lo Sportello QUICittadino rilascia, su richiesta:


  • il certificato di residenza, lo stato di famiglia degli iscritti in ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente) o in AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero)

  • certificato di convivenza di fatto e di unione civile solo per i cittadini italiani o stranieri residenti in Italia e non a coloro che sono iscritti nei registri AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all’estero)

  • l'attestazione o la certificazione di ogni altra posizione desumibile dagli atti anagrafici, quali: nascita, matrimonio, morte, cittadinanza, stato libero, vedovanza, esistenza in vita, godimento dei diritti politici, iscrizione nelle liste elettorali

  • i certificati anagrafici di residenza storica, se relativi a persone già iscritte nell'anagrafe della popolazione residente del Comune

 

È possibile attestare mediante certificato contestuale più condizioni nello stesso certificato.

 

Certificati di stato famiglia storici e/o originari

Previa motivata richiesta, l'ufficiale di anagrafe rilascia certificati attestanti situazioni anagrafiche pregresse. Il richiedente deve presentare l'apposita richiesta, indicando quanti più dati possibili di propria conoscenza.

Questo tipo di certificato viene rilasciato entro 30 giorni dalla richiesta.

Non vengono eseguite ricerche finalizzate alla ricostruzione di alberi genealogici.

 

Requisiti

  • Certificati anagrafici: essere residenti in Schio o in Comune subentrato in ANPR.

  • Per certificati storici e originari essere o essere stato residente nel Comune di Schio.

 

Chi può richiedere certificazioni anagrafiche



L'interessato può richiedere certificazioni riguardanti sé stesso e la propria famiglia.

Se nel certificato è richiesta l'indicazione della maternità e della paternità in questo caso il certificato può essere richiesto solo dal soggetto interessato.

Chiunque altro ne abbia interesse (persone fisiche o giuridiche) può parimenti chiedere la certificazione anagrafica relativa a terze persone, purché provveda alla compilazione dell'apposita richiesta allegando copia di un documento di identità valido. Il certificato verrà rilasciato in marca da bollo.

Validità dei certificati

I certificati anagrafici hanno validità 6 mesi dalla data del rilascio

Autocertificazione

Le informazioni contenute nei suddetti certificati possono essere autocertificate dal cittadino.

L’autocertificazione è una dichiarazione resa dal cittadino, sotto la propria responsabilità, che sostituisce i tradizionali certificati chiesti o emessi dalle amministrazioni pubbliche e dai gestori dei servizi pubblici. L’autocertificazione ha la stessa validità del certificato che sostituisce, è definitiva e quindi non c’è bisogno di presentare altri documenti.

Le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo di accettare l’autocertificazione.
In caso di false dichiarazioni sono previste sanzioni penali e il dichiarante perde i benefici eventualmente ottenuti sulla base delle dichiarazioni rese.

Maggiori informazioni sulle autocertificazioni

Modalità di richiesta

Si può richiedere il rilascio di un certificato:

  • personalmente, presso lo Sportello QuiStato Civile o QuiCittadino
  • per via telematica con una delle seguenti modalità:

richiesta sottoscritta con firma digitale o sottoscritta con firma autografa e acquisita mediante scanner, unitamente alla scansione di un documento di riconoscimento, e trasmessa attraverso

Qualora venga inoltrata richiesta tramite posta, si raccomanda sempre di inoltrare:

  • richiesta, debitamente sottoscritta, con l'indicazione dei certificati che si desidera ricevere indicando un recapito telefonico dove si è rintracciabili

  • copia fotostatica di un documento d'identità del sottoscrittore

  • allegare anche una busta pre-affrancata per la spedizione dei certificati, con l'indicazione dell'indirizzo

 

I certificati richiesti a mezzo Posta sono rilasciati entro 30 giorni dalla protocollazione della richiesta.



Costo

I certificati anagrafici sono TUTTI soggetti all'imposta di bollo pari a € 16,00 fin dall'origine, ai sensi del DPR 642/72, a meno che non siano previste specifiche esenzioni per il particolare uso al quale tali documenti sono destinati; in questi casi, la norma di esenzione deve essere espressamente indicata sui certificati.
Chi ritiene di avere diritto ad una esenzione, ha sempre l'obbligo di dichiarare la norma che la prevede, non potendo l'operatore suggerire eventuali cause di esenzione.
Si sottolinea che non è rimessa in alcun modo alla discrezionalità dei vari Uffici che richiedono gli atti o dei funzionari che li emettono decidere in merito all'assolvimento o meno dell'imposta, così come non è nella facoltà del richiedente decidere se l'atto va in bollo oppure in carta libera.

  • Certificati in carta libera: gratuiti. Non sono richiesti i diritti di segreteria

  • Certificati in marca da bollo: € 16,00 per la marca da bollo (disponibile anche allo Sportello QUICittadino o assolvibile in modo virtuale)

  • Stato di famiglia originario:

  • se soggetti all'imposta di bollo è richiesta una marca da bollo di € 16,00 + € 5,16 a titolo di diritti di ricerca, per ogni nominativo presente nella certificazione

  • se esenti dall'imposta di bollo, è richiesta la somma di 2,58 euro per ogni nominativo presente nella certificazione.



 

Modalità di pagamento:

  • In contanti direttamente presso lo sportello

  • Con bancomat direttamente presso lo sportello

  • In caso di versamento di quanto dovuto tramite bonifico bancario:

Tesoreria Comunale

UNICREDIT SPA Agenzia Schio, Piazza 4 Novembre

IT44N0200860755000040400426 specificando la causale.

Per i bonifici dall'estero oltre il codice IBAN di Tesoreria inserire anche il codice BIC Swift di seguito riportato: UNCRITM1D38

Qualora si opti per il pagamento mediante bonifico bancario, l'importo versato deve essere comprensivo sia dei valori bollati che dei diritti di ricerca, al netto di eventuali spese bancarie.

Tempi di erogazione

  •  Immediato per i certificati correnti
  • Entro 30 giorni quando ci siano delle ricerche storiche da effettuare



Normativa di riferimento

  • L. n. 183 del 12 novembre 2011 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2012").

  • D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 "Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamenti in materia di documentazione amministrativa ".

  • L. n. 127 del 15 maggio 1997 "Misure urgenti per lo snellimento dell'attività amministrativa e dei procedimenti di decisione e di controllo".

  • L. n. del 241 del 7 agosto 1990 "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti".

Segnalazioni, reclami e suggerimenti

Per ogni disservizio è a disposizione dei cittadini City Web, un strumento di comunicazione on line con il Comune. Vi possono accedere tutti i cittadini da qualsiasi computer collegato a internet. È gratuito, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Per difficoltà nell'utilizzo, chiamare il numero 0445 691212 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00).

http://citywebschio.altovicentino.it/

Responsabile del procedimento

Matteo Maroni

Allegati

Servizi collegati

Responsabile aggiornamento scheda

Susi Barbares - Ufficio Anagrafe

Data aggiornamento scheda

11/06/2020
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo