logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30   
       
Contenuto

Pubblicazione di matrimonio (procedura necessaria sia per il rito civile che religioso)

Dove rivolgersi

Stato Civile
Indirizzo  Piazza Statuto, al centro del Municipio (entrata sportello Qui Cittadino)
Telefono  0445-691123
Responsabile  Graziella Pellegrini
Orario di apertura  Dal lunedì al sabato 9.00-13.00 e giovedì non - stop 9.00-18.30
Email  statocivile@comune.schio.vi.it


Servizio solo su appuntamento
Informazioni telefoniche e prenotazioni appuntamenti: 0445-691135 oppure 691123


Descrizione e requisiti

La pubblicazione è la fase del procedimento di formazione del matrimonio che precede la celebrazione del matrimonio: la sua funzione è quella di portare a conoscenza dei terzil'intenzione degli sposi di contrarre matrimonio e di consentire alle persone legittimate di fare eventuale opposizione.

La pubblicazione è necessaria sia per poter celebrare un matrimonio civile che religioso avente effetti civili.

Modalita' di richiesta

La pubblicazione di matrimonio si sviluppa in due fasi:

1 - FASE ISTRUTTORIA

Gli sposi, o uno di loro, o persona che da essi ha ricevuto particolare incarico, devono presentarsi, con congruo anticipo rispetto alla data del matrimonio, all'ufficiale di stato civile del Comune di residenza di almeno uno degli sposi, per l'avvio del procedimento.

Il procedimento potra' essere avviato compilando l'apposito modulo (MOD_Comunicazione dati per pubblicazione) che va consegnato alternativamente:

1 direttamente allo sportello QUICittadino;

2 trasmesso via fax (0445 691243);

3 via e-mail all'indirizzo statocivile@comune.schio.vi.it

allegando, in ogni caso, documento di identità valido di entrambi richiedenti.

L'ufficiale di stato civile provvede d'ufficio all'acquisizione dei documenti civili necessari per le pubblicazioni di matrimonio in possesso di una pubblica amministrazione.

Nei casi particolari indicati sotto alla voce 'Documenti da presentare', il cittadino dovrà produrre i documenti necessari a comprovare l'inesistenza di impedimenti previsti dalla legge italiana agli articoli 84 e seguenti del Codice Civile.

Una volta in possesso dei documenti necessari, l'ufficio QUIStatocivile contatta gli interessati per prenotare l'appuntamento.

2 - PUBBLICAZIONE

Entrambi gli sposi, o persona che in caso di comprovata impossibilità ad essere presenti ha da essi ricevuto particolare incarico (MOD_Procura speciale pubblicazione matrimonio), devono presentarsi con un documento di identità valido, nel giorno dell'appuntamento, allo sportello QuiStatocivile.

Se gli sposi non conoscono la lingua italiana, devono essere assistiti da un interprete sia al momento della presentazione dei documenti sia all'atto dell'eventuale richiesta di pubblicazioni e della celebrazione del matrimonio.



 

Documenti da presentare

Per la fase istruttoria:

  • modulo richiesta di pubblicazione (MOD_Comunicazione dati per pubblicazione)

  • documento di riconoscimento di entrambi i richiedenti

  • Elenco dei documenti che gli interessati devono eventualmente produrre, a seconda del caso:

    • MATRIMONIO RELIGIOSO: richiesta di pubblicazione del parroco o del ministro di culto.

    • SPOSI MINORENNI: decreto di ammissione al matrimonio rilasciato dal Tribunale per i minorenni.

    • SPOSA VEDOVA DA MENO DI 300 GIORNI: dispensa dall'impedimento di cui all'art. 89 del codice civile, da richiedersi al Tribunale nella cui circoscrizione si trova il Comune di residenza.

    • SPOSA DIVORZIATA DA MENO DI 300 GIORNI: sentenza di scioglimento, cessazioni effetti civili o annullamento emessa dal Tribunale per la dispensa dall'impedimento di cui all'art. 89 del codice civile (se non già agli atti dell'ufficio QUIStatocivile).

    • SPOSI STRANIERI:

      - REGOLA GENERALE: dichiarazione di nulla-osta, prevista dall'art. 116 del C.C., rilasciata in Italia dall'Autorità diplomatica (Consolato o Ambasciata) del proprio Paese presente in Italia. Tale nulla osta deve essere legalizzato o presso la Prefettura dove ha sede l'Autorità diplomatica o presso la Prefettura di Vicenza, sempre che non si tratti di Paese esente da legalizzazione.
      - ECCEZIONE: per i cittadini dei paesi che hanno aderito alla convenzione di Monaco del 1980 (Austria, Germania, Lussemburgo, Moldavia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Svizzera, Turchia), certificato di capacità matrimoniale rilasciato dal Comune estero di residenza oppure dal Consolato straniero in Italia;
      - Altre ECCEZIONI (vedere allegato);
      Si consiglia di verificare sempre che le generalità riportate sul nulla osta o capacità matrimoniale coincidano esattamente con quelle indicate sul passaporto e con quelle registrate all'anagrafe del Comune di residenza.

    • SPOSI PARENTI O AFFINI: dispensa dall'impedimento di cui all'art. 87 del codice civile, da richiedersi al Tribunale nella cui circoscrizione si trova il Comune di residenza.


Per l'appuntamento di pubblicazione:

Costo

 Per l'atto di pubblicazione sono necessari:

  • una marca da bollo di € 16,00 se gli sposi sono entrambi residenti a Schio

  • due marche da bollo da € 16,00 se uno degli sposi risiede in altro comune

  • se richiesta delega per celebrare il matrimonio civile in altro comune un'ulteriore marca da bollo di € 16,00

 

 

Tempi di erogazione

Durata della pubblicazione.
Le pubblicazioni rimangono esposte all'albo pretorio online del Comune di Schio per 8 giorni consecutivi.
Il matrimonio deve essere celebrato non prima di 4 e non oltre 180 giorni dalla data di compiuta esposizione della pubblicazione.

Si consiglia di non attivare procedimenti inerenti il cambio di residenza per altro comune dal momento dell'avvio del procedimento per la richiesta di pubblicazione fino all'avvenuta celebrazione del matrimonio.

 

Normativa di riferimento

  • D.M. del 27 febbraio 2001, in G.U. n. 66 del 20 marzo 2001 "Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all'entrata in funzione degli archivi informatici".

  • D.P.R. n. 396 del 3 novembre 2000 "Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della legge 15 maggio 1997, n. 127" e circolari integrative.

  • C.c. artt. 84 e seguenti.



Segnalazioni, reclami e suggerimenti

Per ogni disservizio è a disposizione dei cittadini City Web, un strumento di comunicazione on line con il Comune. Vi possono accedere tutti i cittadini da qualsiasi computer collegato a internet. È gratuito, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Per difficoltà nell'utilizzo, chiamare il numero 0445 691212 (orari di ufficio).

http://citywebschio.altovicentino.it/

Responsabile del procedimento

Graziella Pellegrini - Ufficio Stato Civile

Responsabile aggiornamento scheda

Graziella Pellegrini - Ufficio Stato Civile

Data aggiornamento scheda

25/05/2018
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo