logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Calendario

Calendario eventi
« Ottobre  2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31    
       
Contenuto

Procedura per l' accesso agli atti di pratiche edilizie

Dove rivolgersi

QUIEDILIZIA - Servizio edilizia privata
Indirizzo  Via Pasini, 70
Telefono  0445-691302
Email  suei@comune.schio.vi.it


 

Che cos'è

L’accesso ai documenti amministrativi è regolato solo dalla L. 241/1990 che ammette l’accesso solo in presenza di un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l’accesso.

L’accesso agli atti delle pratiche edilizie è regolato dalla legge 241/1990 e non può essere qualificato come accesso civico. La L.241/1990 è una norma speciale (che definisce l’accesso ai documenti amministrativi), che, per il principio di specialità, prevale sul d.lgs 33/2013 quale norma di carattere generale, che definisce le modalità di accesso a qualsivoglia documento, dato o informazione detenuto da una pubblica amministrazione.

Si precisa che il ricorso all’accesso civico sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche riguarda, invece, le informazioni e i dati relativi all’attività della pubblica amministrazione. Ne consegue che ai sensi dell’art. 5bis comma 3, l'accesso alle pratiche edilizie rientra tra i casi in cui l’accesso è subordinato dalla disciplina vigente al rispetto di specifiche condizioni, modalità o limiti, inclusi quelli di cui all’articolo 24, comma 1, della legge n. 241 del 1990.

Modalita' di richiesta

La richiesta di accesso agli atti di pratiche edilizie dev'essere obbligatoriamente effettuata in forma scritta utilizzando l'apposito modulo predisposto

La richiesta potrà essere presentata:

Nel modulo preposto è sempre obbligatorio indicare:

  • il titolo (proprietario, ...) in base al quale viene presentata la richiesta, allegando anche la documentazione che lo attesta o gli estremi per effettuare i relativi controlli;

  • se è chiesta solo la visione delle pratiche o se è chiesta anche il rilascio di copia specificando se del solo provvedimento e/o anche degli elaborati grafici e /o documentali (relazioni..) o se viene chiesta una copia conforme all'originale.

La compilazione della richiesta con assistenza da parte del personale dello Sportello QUIEDILIZIA, potrà avvenire solo nei giorni dedicati a tale servizio

Al modulo di richiesta dev'essere obbligatoriamente allegata la ricevuta di avvenuto versamento dell'importo minimo forfettario vigente, sia per richieste/pratiche cartacee sia per quelle telematiche.

La richiesta sarà evasa solo se presentata:

  • in forma scritta utilizzando l'apposito modulo con compilazione dei dati obbligatori,

  • in presenza dell'attestazione di avvenuto pagamento dell'importo vigente per diritti di ricerca e visura e del costo di produzione delle copie.

Contributi da versare

La richiesta è soggetta al pagamento dell'importo dei diritti di ricerca e visura e del costo di produzione delle copie secondo gli importi vigenti determinati con deliberazioni della Giunta e del Consiglio comunali. 

Tempi di erogazione

La richiesta sarà trattata entro il termine di 30 giorni dalla data di presentazione della richiesta completa.

Decorso inutilmente tale termine, la richiesta di intende respinta ai sensi dell'art. 25 della L. 241/1990.

in caso di diniego espresso o tacito, il richiedente può presentare ricorso al tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'art. 25 comma 5 della L. 241/1990 oppure chiedere il riesame del provvedimento di diniego al difensore civico competente per ambito territoriale, ove costituito.

Per la visione della documentazione verrà fissato un appuntamento.

Per il ritiro della documentazione è necessario recarsi presso lo Sportello QUIEDILIZIA durante i giorni di apertura al pubblico presentandosi almeno 30 minuti prima dell'orario di chiusura.

Le pratiche in visione e la documentazione da ritirare, resteranno in giacenza per un termine massimo di 90 giorni, decorsi i quali la richiesta verrà archiviata. La richiesta di visione/copia delle pratiche oggetto di richieste archiviate, dovrà essere presentata con una nuova richiesta (e pagamento ex novo degli importi dovuti).

Normativa di riferimento

  • L. 7 agosto 1990, n. 241, art. 22,

  • Decreto Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”

  • Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.

Segnalazioni, reclami e suggerimenti

Contattare lo Sportello QUIEdilizia all'indirizzo suei@comune.schio.vi.it

Responsabile del procedimento

Tecnico istruttore assegnatario della pratica

Responsabile aggiornamento scheda

Servizio Edilizia Privata

Data aggiornamento scheda

30/05/2017
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo