logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
     1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
       

Regole per le comunicazioni telematiche con il Comune di Schio

Coerentemente con quanto previsto dal Codice dell'amministrazione digitale, è possibile trasmettere validamente al Comune di Schio istanze o dichiarazioni per via telematica (es. utilizzando la posta elettronica per avviare un procedimento amministrativo, chiedere un contributo o un’autorizzazione), ottenendo la relativa risposta sempre attraverso canali telematici.

Il Comune di Schio intende in questo modo favorire il ricorso intensivo agli strumenti informatici anche nei rapporti con i propri utenti, al fine di velocizzare i tempi, contenere le spese e offrire un servizio di qualità, attraverso la fissazione di regole certe e chiare sull’utilizzo degli strumenti telematici a disposizione, sui formati di files ammessi per i documenti, sui supporti utilizzabili, sulle modalità di sottoscrizione laddove richiesta, distinte a seconda del mittente, del mezzo di trasmissione e della tipologia di documento (cartaceo o digitale) trasmessa.

La Posta Elettronica Certificata (PEC)

Le caselle di posta elettronica certificata a disposizione di chi intenda "interagire" in via telematica con gli uffici, evitando così spostamenti e senza ricorrere a modalità di consegna o trasmissione tradizionali, sono:

  • schio.vi@cert.ip-veneto.net - per le comunicazioni digitali verso il comune di Schio
  • suap@pec.comune.schio.vi.it - per le pratiche destinate allo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

Deve essere inviata una sola pratica per ogni mail (in caso, ad esempio, di due SCIA devono essere inviate due distinte mail).
Dopo l'invio vengono emesse due ricevute (di consegna e di accettazione). In mancanza della ricevuta di consegna la pratica non risulta pervenuta all'ente e la sola ricevuta di accettazione non ha alcun valore legale. Entrambe le ricevute devono essere conservate.

Formati dei Files

Possono essere allegati alle comunicazioni solo files in uno dei seguenti formati (e relative estensioni): PDF, PDF/A, TIFF, JPG, XML, TXT. Ciò perché tali formati sono riconosciuti idonei alla conservazione a lungo termine, in quanto i documenti prodotti con questi formati sono stabili. E’ ammesso anche il formato HTML limitatamente al corpo del messaggio di posta elettronica.
La firma digitale, se prevista, deve essere apposta esclusivamente su file nei formati ammessi sopraindicati.
Eventuali copie di lavoro in altri formati saranno accettate solo in aggiunta alla versione dello stesso documento in uno dei formati ammessi.
I formati compressi (ad esempio .zip) sono accettati, a patto che ogni ogni singolo file compresso contenuto nell'archivio sia in uno dei formati previsti e, se richiesto dal mezzo di spedizione e tipo di sottoscrizione scelta, firmato digitalmente.

Imposta di bollo

Qualora l'istanza sia soggetto a imposta di bollo:

  • se il mittente dell'istanza ha ottenuto dall'Agenzia delle Entrate una autorizzazione all'assolvimento dell'imposta di bollo in modo virtuale, dovrà indicare, come previsto dalla stessa autorizzazione, sugli atti e documenti inviati, il modo di pagamento e gli estremi della citata autorizzazione, ai sensi dell'art. 15 DPR 642/1972;
  • in tutti gli altri casi, il richiedente dovrà acquistare la marca da bollo e riportarne il numero identificativo nella domanda, sottoscrivendo apposita dichiarazione sostitutiva ai fini dell'assunzione di responsabilità circa il corretto assolvimento dell'imposta (modulo). Dovrà quindi avere cura di conservare i documenti in originale presso la propria sede o ufficio, con la marca da bollo utilizzata debitamente annullata.

Approfondimenti

Se sei...

Si riportano di seguito le indicazioni sulle caratteristiche dei documenti e sulle modalità di sottoscrizione e spedizione, distinte a seconda della natura del mittente:

Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo