logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

News

L'articolata primavera del rugby a Schio: una serie di iniziative da fine maggio ai primi di giugno


 

Non è tradizionalmente uno sport “popolare” quanto altri, ma anche dalle nostre parti, negli ultimi anni, il rugby ha fatto parlare di sé per entusiasmo e tenacia. Presente da 12 anni a Schio la società Rugby Altovicentino si prepara a mostrare il meglio di sé in una presentazione di articolate attività in questa stagione in cui la primavera stenta a lasciare il passo all'estate.

Il presidente Marco Andrea Fantato spiega che il rugby altovicentino ha fin dal suo inizio cercato sempre le sinergie nel territorio, tanto con le amministrazioni locali, quanto con altre associazioni.

Inoltre, da due anni è entrato come Direttore Tecnico Jean Luc Sans, che ha impresso una evoluzione alla società evidenziandola anche con il ruolo di comunità educante.

Da qui la collaborazione con le scuole, prossime al campo di rugby, così come il neonato Faber Box, tutti interlocutori privilegiati per la promozione e la diffusione di questo sport che ancora soffre di non essere sufficientemente mostrato e comunicato nei suoi valori pieni.

C'è infatti un modo di essere e di fare del rugby che ha un preciso valore sociale. E dunque a questo puntano gli eventi che tra la fine di maggio e i primi di giugno animeranno la città di Schio. Si comincia il 25 maggio allo stadio scledense “Nelson Mandela” con il 3° torneo Jacopo De Moro che oltre alle emozioni sportive promette anche musica e stand gastronomici.

Il 31 maggio, nell'ambito della “Challenge Pasubio” il RAV Under 16 e 18 sfideranno l'Entente Chaumont St Dizier.

Il 1° giugno sarà la volta del 2° torneo “SchiOlds” che come suggerisce il nome, vedrà in campo gli atleti “master”.

Dal 7 al 10 giugno U12, U14 e U16 saranno protagonisti del 2° torneo delle 52 gallerie e della relativa “challenge”.

Se non bastasse, dal 10 al 14 giugno e dal 17 al 21 giugno, il RAV organizza un Grest sportivo multidisciplinare in cui ragazzi dagli 8 ai 14 anni potranno cimentarsi ogni mattina con uno sport...ovale diverso e lezioni di lingua inglese o francese.

 

Il Rugby Altovicentino conta oggi 14 squadre (di cui due Seniores) con ragazzi dai 6 ai 22 anni e la presenza di una decina di ragazze: far partire anche una squadra femminile rientra tra gli obiettivi che la società si pone. Ogni anno sono 2500 -3000 i giovani che dall'Italia e dall'Europa “movimentano” le attività legate al rugby, il che significa anche migliaia di presenze in città che diventano visitatori e hanno la possibilità di conoscere il territorio e la sua storia. Non a caso alcune delle proposte fanno riferimento proprio a momenti storici importanti come nel caso della “Challenge 52 gallerie” e il chiaro riferimento al noto percorso. E Nel materiale promozionale di ogni sua attività, il rugby incoraggia l'esplorazione non solo della città, ma anche delle evidenze culturali e paesaggistiche di un'area molto più ampia.

A testimonianza infine di una disciplina che ha un occhio di riguardo alle implicazioni sociale ed educative che il “fare rugby” e in generale il “fare sport” comportano, la società Rugby Altovicentino sta sviluppando a Schio un centro di eccellenza del Triveneto per la formazione di dirigenti sportivi.

 

 

 

 

 

Data ultimo aggiornamento: 14/06/2019
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo