logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30    
       

News

Errore caricamento immagine.

Bilancio di previsione 2014


approvato in Consiglio Comunale

Contenimento della spesa, con ulteriori economie di 500 mila euro, senza togliere i servizi, con un livello di spesa uguale al 2005 (per un risparmio rispetto al tasso d'inflazione programmato di circa 5 milioni di euro) e nonostante 2,7 milioni di euro di tagli nei trasferimenti nazionali; protezione delle famiglie e difesa del sociale; azioni concrete per il lavoro e la scuola; un Piano delle Opere che ammonta ad oltre 11 milioni di euro che l'Amministrazione ha la capacità (anche finanziaria) di realizzare. E che significano opportunità di lavoro. Sono queste alcune delle linee guida del bilancio di previsione 2014 approvato ieri sera in Consiglio comunale e presentato dall'assessore Mario Benvenuti.


"Nel perdurare della difficile situazione del nostro Paese - ha spiegato Benvenuti - abbiamo agito con determinazione per contenere i nostri costi di gestione ma allo stesso tempo abbiamo confermato tutti i principali servizi che qualificano la nostra città e salvaguardano il suo tessuto sociale e solidale. Scelte non facili che a volte hanno chiesto a tutti sacrifici, ma fondamentali e necessarie e che oggi ci consentono di presentare questo bilancio con immutata attenzione alle famiglie, ancora solido ed in grado di consentire anche per il futuro decisioni coraggiose e di contrasto alle nuove povertà. Abbiamo inoltre sostenuto la crescita infrastrutturale del nostro territorio, con investimenti continui e diversificati (quasi 49 milioni di euro dal 2009 al 2013 senza contare quindi quelli previsti per il 2014) e senza che questo sia andato ad intaccare la flessibilità del bilancio e ancor meno la qualità e quantità dei servizi resi alla popolazione. Azioni che riteniamo indispensabili per un territorio come il nostro che desidera vivere da protagonista il proprio futuro, a partire dalle nuove generazioni che hanno bisogno di una città di eccellenza, adeguata ai tempi ed alle nuove sfide che dovranno essere affrontate"
 
Le linee guida del bilancio
1. confermare il rigore ed il contenimento della spesa introducendo nuove economie per 500 mila euro senza togliere servizi;
2. confermare anche per l’anno 2014 le stesse aliquote IMU dello scorso anno e per la TASI abitazione principale e altri fabbricati, proporre aliquote tali (rispettivamente il 2,5 per mille e lo 0,9 per mille) da non chiedere complessivamente più risorse di quante utilizzate nel 2012;
3. proteggere le famiglie attraverso l’aiuto concreto della riduzione della TASI abitazione principale (50,00 euro per ogni figlio convivente fino a 8 figli - max 400,00 euro di detrazione), il potenziamento dello sportello famiglia, la prosecuzione del tavolo famiglia per un confronto con la città su vecchi e nuovi bisogni delle famiglie, la salvaguardia delle risorse disponibili per il Settore Sociale e Scolastico, il contenimento del costo delle tariffe con il solo adeguamento ISTAT;
4. operare concretamente in tema di lavoro attraverso la realizzazione di percorsi di ricerca, innovazione e sviluppo di nuove imprese e di nuovi modi di fare impresa e proponendo con tenacia e convinzione un piano delle opere che, rispettoso del Patto di  Stabilità, privilegia gli interventi che riguardano l’efficientamento, la sicurezza e la manutenzione delle opere già esistenti e soprattutto delle scuole;
5. confermare la solidità e affidabilità dei contenuti del bilancio attraverso l’adozione e l’adesione alla fase di sperimentazione della nuova contabilità nazionale. E’ questo un percorso che la nostra Amministrazione ha deciso di intraprendere su base volontaria fin da quest’anno, consapevole dell’importanza e della necessità di garantire anche per il futuro strumenti di programmazione e gestione delle risorse adeguati ai tempi ed alle esigenze nazionali ed europee.
 
Il contenimento della spesa
Il Bilancio di Previsione per l’anno 2014 fissa il livello di spesa di parte corrente a 35 milioni 295 mila euro, che al netto del nuovo Fondo svalutazione crediti (pari a 342 mila euro) e della quota di alimentazione del Fondo di Solidarietà Comunale (pari a 430 mila euro) è lo stesso del 2005 (34 milioni 773 mila euro). Questo dato conferma da solo il forte impegno di contenimento della spesa posto in atto nel tempo da questa amministrazione, contenimento che, considerando la minor spesa ottenuta rispetto al tasso d'inflazione programmato, ammonta a circa 5 milioni di euro e senza che questo abbia intaccato a livello generale la quantità, l’efficacia e la qualità dei servizi realizzati e nonostante 2,7 milioni di euro di tagli nei trasferimenti nazionali dovuti alla “spending review”.
 
Il programma degli investimenti
Per quanto riguarda il programma degli investimenti, nonostante l’ulteriore inasprimento del Patto di Stabilità che porta in questo ambito il nostro contributo al risanamento dei conti pubblici al ragguardevole importo di oltre 5 milioni di euro in cinque anni, viene proposto per il Bilancio 2014 un piano degli investimenti che in continuità con il passato rilancia la sfida ad una situazione economica generalmente incerta ed è rivolto a sostenere il processo di sviluppo dell’economia locale ed il miglioramento della qualità della vita dei nostri cittadini. L’importo complessivo delle opere ammonta ad oltre 11 milioni di euro e definisce la nostra visione di città, quello che vogliamo fare e che abbiamo la capacità (anche finanziaria) di realizzare. Tra gli interventi assumono rilievo il completamento delle opere in corso e attese dalla città la cui realizzazione è stata rallentata anche a causa dei vincoli del patto di stabilità, la manutenzione e la cura del patrimonio esistente e i diversi impegni rivolti al potenziamento delle scuole e degli impianti sportivi a loro servizio, azioni che riteniamo indispensabili per un territorio come il nostro che desidera vivere da protagonista il proprio futuro, a partire dalle nuove generazioni che hanno bisogno di una città di eccellenza, adeguata ai tempi ed alle nuove sfide che dovranno essere affrontate.


Data ultimo aggiornamento: 10/04/2014
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo