logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Schio

Provincia di Vicenza - Regione Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
       1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30       

Disposizioni Regione Veneto

NUOVO DPCM in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre e Ordinanza Regione Veneto del 24/11/2020 e del 25/11/2020

La Regione Veneto, è stata inserita nell'area di criticità di colore giallo. L'area di criticità è soggetta a varizioni in base all'andamento epidemiologico che viene valutato ogni quindici giorni.

Dalle ore 22 alle 5 del mattino ci si può muovere solo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero motivi di salute ed è necessario compilare l'autodichiarazione che attesti le motivazioni dello spostamento.

Sono consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dalle Regioni purché le Regioni accanto siano nella zona di rischio moderato, ma rimane fortemente raccomandato di non spostarsi se non per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, di studio o rientro presso il proprio domicilio.  Il transito nelle regioni in fascia rossa o arancione è consentito solo per raggiungere regioni non soggetti a restrizioni negli spostamenti.

Il DPCM completo a questo link del Governo


_______________________________

Ordinanza Regionale atta a contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID – 19  valida dal giorno 26 novembre al 4 dicembre 2020. Di seguito le misure emanate:

• È obbligatorio l'uso corretto della mascherina al di fuori dell'abitazione. Viene fatta eccezione per i bambini di età inferiore a sei anni, per i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina. E' inoltre obbligatorio l’uso della mascherina in tutti i mezzi di trasporto pubblici ed in quelli privati in presenza di non conviventi;

• Nel caso di momentaneo abbassamento della mascherina per la regolare consumazione di cibo o bevande o per il fumo, dovrà in ogni caso essere assicurata una distanza minima di un metro.

• È obbligatorio l'uso della mascherina in tutti i mezzi di trasporto pubblici ed in quelli privati in presenza di non conviventi.

• È consentito svolgere attività sportiva e passeggiate all'aperto presso parchi pubblici, aree verdi, rurali e periferiche, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività e in ogni caso al di fuori delle strade, piazze del centro storico della città, delle località turistiche (mare, montagna, laghi) e delle altre aree solitamente affollate, tranne che per i residenti in tali aree.

• L'accesso agli esercizi di vendita di generi alimentari è consentito ad una persona per nucleo familiare, salva la necessità di accompagnare persone non autosufficienti o con difficoltà motorie ovvero minori di età inferiore a 14 anni.

• È fatto divieto di esercizio dell'attività di commercio nella forma del mercato all'aperto su area pubblica o privata se non nei Comuni nei quali sia adottato dai sindaci un apposito piano che preveda perimetrazione, varco di entrata e di uscita, sorveglianza.

• È fortemente raccomandato agli esercenti di riservare l'accesso agli esercizi commerciali di grandi e medie strutture di vendita da parte dei soggetti con almeno 65 anni nelle prime due ore di apertura dell'esercizio stesso.

• Dalle ore 15 fino alla chiusura dell'esercizio, l'attività di somministrazione di alimenti e bevande si svolge esclusivamente con consumazione da seduti sia all'interno che all'esterno dei locali, su posti regolarmente collocati.

• È vietata la consumazione di alimenti e bevande all'aperto su area pubblica o aperta al pubblico, salvo che sulle sedute degli esercizi e secondo le modalità di cui al punto precedente.

• Nei giorni prefestivi le grandi e medie strutture di vendita sono chiuse al pubblico, salvo che per la vendita di generi alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie e le edicole.

• Nei giorni festivi è inoltre vietato ogni tipo di vendita, anche in esercizi di vicinato, al chiuso o su area pubblica, fatta eccezione per le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie, le edicole e la vendita di generi alimentari.

• La vendita con consegna a domicilio è sempre consentita e fortemente raccomandata.

• Gli sportivi partecipanti alla competizione e gli accompagnatori provenienti da altre Regioni accedono all'impianto sportivo purché muniti di certificazione dell'avvenuta effettuazione di test con esito negativo non anteriore a 72 ore precedenti rispetto alla competizione agonistica.

• Gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande devono assicurare che il menu sia offerto su supporto digitale o su supporto usa e getta, che non sia attuata nessuna forma di buffet, che sia costantemente rispettata la distanza interpersonale di almeno un metro e che presso ciascun tavolo non siano seduti più di quattro soggetti tra loro non conviventi; la mascherina va utilizzata in tutti gli spostamenti; il liquido igienizzante deve essere disponibile in entrata, sui tavoli e nei bagni.


• In tutti gli esercizi di commercio al dettaglio, singoli o inseriti in centri commerciali o parchi commerciali, si applicano i seguenti indici massimi di compresenza di clienti: 
a) esercizi fino a 40 mq. di superficie di vendita: 1 cliente, come da allegato 11 del dpcm 3.11.2020;
b) esercizi sopra i mq. 40 di superficie di vendita: 1 cliente ogni 20 metri quadrati.
c) esercizi sopra i 250 mq di superficie di vendita: 1 cliente ogni 30 mq.

 

sercizi fino a 40 mq. di superficie di vendita: 1 cliente, come da allegato 11 del dpcm 3.11.2020; a.
esercizi sopra i mq. 40 di superficie di vendita: 1 cliente ogni 20 metri quadrati.

• Nelle eventuali code di attesa va rigorosamente rispettato il distanziamento interpersonale di almeno un metro. Il gestore è responsabile del rispetto della previsione.

• Il gestore deve apporre all’ingresso della propria attività appositi strumenti e/o apparecchi che indichino il numero massimo di presenze consentite e deve garantire costantemente il rispetto dei parametri.

• In caso di mancata installazione del cartello con il limite massimo di compresenze e/o di presenze di clienti superiore a quello massimo determinato secondo i suddetti parametri, è disposta obbligatoriamente la misura cautelare dell’immediata chiusura dell’esercizio da parte dell’organo accertatore.


Ordinanza Regione Veneto n. 158 del 25/11/2020

Ordinanza Regione Veneto n. 154 del 24/11/2020

 
 
Via Pasini, 33 - 36015 (VI); telefono 0445-691.111
Partita I.v.a. 00402150247
info@comune.schio.vi.it
Indirizzo PEC: schio.vi@cert.ip-veneto.net ; Foto del banner da sin a dx: Archivio Marzari, Giacom Piovan, Dario Strozzo, Dario Strozzo